La pentolaccia

Il gioco e le regole

Vi ricordate quando dicevamo che oggi squadra deve avere un genitore da immolare? Con vestiti di ricambio al seguito? Ecco ora vi chiederete “ma nella pentolaccia non ci sarà mica roba che sporca?”. Sporca, bagna, fa felici i bambini, fa allegria… insomma ci può essere di tutto e di più compreso qualche salame. Detto questo possiamo iniziare a giocare! Il genitore, munito di casco e bendato, con l’aiuto di un lungo bastone proverà a rompere una delle pentolacce, avendo tre tentativi. Ogni squadra è rappresentata da un genitore. Al momento della partenza il direttore del gioco farà girare su se stesso il genitore che dovrà, così disorientato, raggiungere la zona delle pentolacce indirizzato dalle urla della propria squadra e disorientato dalle urla degli altri…
Se si colpisce la pentolaccia si vincono 10 punti più ovviamente il contenuto della pentolaccia.
Se si colpisce uno del pubblico si vince un articolo sul giornale…
Terminata la prova da parte di tutte le squadre (tre tentativi ognuna) vengono assegnati i punteggi. Se restano ancora pentolacce intere, si prosegue fino al termine delle pentolacce a costo di fare l’alba….